In: Uncategorized0

Tutti i media main stream, analisti e case di brokeraggio a gridare target di cambio euro/dollaro verso la parità ( ed anche meno) ma come spesso accade il mercato fa l’opposto!

Anche in queste settimane abbiamo avuto la prova che analizzando le cose in modo “asettico” esse appaiono sotto una luce diversa.

Non che le motivazioni a sostegno  della tesi di un cambio sotto la parità mancassero, non ultima il fatto che la FED (banca centrale americana) abbia portato i tassi nella forchetta tra 0,75/1% mentre la nostra BCE ( banca centrale europea) li tenesse ancora a zero.

Eppure chi avesse preso posizione contro euro ( comprando dollari)  qualche settimana fa si troverebbe a dor gestire una posizione in perdita di alcuni punti percentuali.

Dal grafico qui sotto possiamo trarre alcuni spunti:

euro-usd-modificato

Prima di tutto il nostro indicatore era nella parte bassa della sua banda di oscillazione quindi, come ben ormai sapete, segnalava il probabile esaurimento ( magari anche solo temporaneo) della tendenza in atto.

In queste condizioni non è mai saggio prendere posizione contro (in questo caso contro euro) ma semmai il contrario ( a favore di euro).

inoltre il movimento generatosi sta portando al taglio dal basso verso l’alto della media mobile blu (identificato dal cerchio giallo) ciò potrebbe aprire spazi ad una continuazione del recupero dell’euro .

Magari tutto ciò si esaurirà tra qualche settimana per poi rivedere un rafforzamento del dollaro però intanto la tendenza sarà diversa.

Non lasciatevi mai incantare dalle sirene che strillano sui giornali asserviti al poter!

 

 

 

REGISTRATI GRATISaccesso ad alcune analisi

 

Oppure abbonati per le analisi complete!

 

 

 

 

 

Abbonati a Easy-Trend !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*