In: materie prime0

Analisi del rame come termometro dell’economia

Spesso ci si concentra su oro, argento o petrolio per cercare di capire cosa accadrà all’economia.

Pur essendo il nostro approccio “freddo e distaccato” nell’analizzare i vari assets finanziari non possiamo tralasciare uno sguardo ad una materia prima poco nominata dai mass media ma di fondamentale importanza per l’economia: IL RAME o in lingua anglosassone COPPER.

La sua importanza deriva dal fatto che è alla base di quasi tutta la produzione industriale; usato singolarmente o come lega con altri metalli.

Ne deriva che un suo aumento di prezzo possa essere correlato ad un forte incremento della domanda industriale e di conseguenza da un ciclo economico in ripresa.

Detto questo, siccome le relazioni intermarket non sempre rimangono costanti sopratutto in questo periodo, la nostra attenzione si sposta come sempre sull’analisi indipendente del RAME slegandola da qualsiasi altra riflessione.

Di seguito viene mostrato il grafico della quotazione del FUTURE SUL RAME dove la volatilità (variazione di prezzo in un arco tempo) non manca.

investire sul rame

Nel grafico sono stati evidenziati dei cerchi colorati in coincidenza dei punti di svolta delle quotazioni del RAME.

Il RAME tocca il suo massimo nel 1996 (cerchio rosso) mentre il mercato azionari americanoo (e si ritiene anche l’economia) lo fanno nel 2000, quando il RAME fa il suo minimo di ciclo (cerchio verde).

Il massimo seguente è coincidente con il massimo del ciclo economico nel 2007 (cerchi blu) così come il successivo minimo nel 2009 (cerchio viola).

Nei due anni successivi rivediamo un massimo di ciclo (cerchio giallo) mentre, arrivando ai nostri giorni, notiamo un minimo del RAME con il mercato americano sui massimi (cerchio nero), uno dei due sta mentendo!

 

Registrati gratisaccesso ad alcune delle prossime analisi

Oppure abbonati per tutte le analisi ed i  segnali operativi!

 

Abbonati a Easy-Trend !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*